correzione vecchio specchio Konus

home Forum Lavorazione Specchio Parabolico correzione vecchio specchio Konus

Questo argomento contiene 25 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da Avatar Giulio Tiberini 4 mesi, 2 settimane fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 26 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #11270
    arpafab
    arpafab
    Utente
    • Messaggi 16
    • Offline

    ciao a tutti,

    ho per le mani un, datato, specchio Konus 255mm F4.8. Una buona occasione di acquisto del tubo completo. Farà parte di un telescopio per un amico.

    Prima cosa evidente: l’alluminatura decisamente malconcia; piena di corrosioni e, visto che rientra nel budget, da rifare.

    Anche la misura con Foucault della parabola non ha dato risultati entusiasmanti: sembra sovracorretto (strano, in genere sono sottocorretti), per un risultato di lambda/2 al meglio sull’onda. Se non altro sembra di forma ben smussata, senza problemi particolari (tranne forse un leggero bordo ribassato di 2-3mm)

    Ho rimosso buona parte del rivestimento con …scotch: non certo ortodosso ma la maggior parte è venuto via così facilmente… Poi ho usato cloruro ferrico per i residui. Molto facile e veloce per le zone non troppo rovinate; nei punti più corrosi evidentemente il materiale non è più alluminio ma qualche solfato/nitrato/… di alluminio (non sono un chimico!) e resistono molto di più all’azione del cloruro. Però alla fine il lavoro direi completato in modo soddisfacente.

    Ora la superficie appare decisamente più bella al Foucault. un paio di nuove misure direttamente sul vetro confermano il primo rilievo Foucault (bene, se non altro le mie puntate alle zone col Foucault sembrano ripetibili e abbastanza precise).

    Ora sto preparando a ridurre la parabola. Sto pianificando l’utilizzo di un sub-diametro da circa 80mm con corse lunghe (fino al bordo specchio) posizionato con corda intorno al 70%. Prima volta con sub-diametro: spero di aver compreso le indicazioni di Massimo Marconi con i due articoli sul sub-diametro, e una verifica con Polsim.

    Ora, dopo la pressatura, si dà il via…. qualche suggerimento in termini di durata dell’intervento? Ovviamente per la prima “passata” da sottoporre a controllo.

    PS: come inserire immagini nel testo? Ho tentato con il tag img e inserendo un link ad AmazonDrive ma sembra non funzionare…)

    Fabio

    #11272
    Avatar
    Giulio Tiberini
    Autore
    • Messaggi 481
    • Offline

    Ciao Fabio.
    Il tuo procedimento di asportazione dell’alluminatura è impeccabile.

    Tanto per farmi una idea rispetto ai miei lavori sugli F5: Uno specchio 250 F4,8 ha una freccia misurabile al centro di 3,32mm contro i 3,18 di un F5, e una “svasatura” di parabolizzazione che al bordo differisce dalla sfera di 2,25 micron contro gli 1,99 di un F5, quindi 251 nanometri (un quarto di micron).

    Credo che dovessi io fare il lavoro, per rendermi conto dell’andamento, farei dapprima la verifica col test di Foucault della reale lunghezza focale che attualmente ha il tuo specchio; Test che inoltre fornisce la indicazione dell’ampiezza della zona da ricondurre alla parabola, e indica pure la quantità in nanometri dell’errore esistente.

    Suppongo che, non avendo io alcuna esperienza nell’uso di utensili sub-diametro, e visto lo stato attuale dello specchio già troppo deformato (che se non ho capito male soffre già di un eccesso di svasatura che richiede di lavorare una zona abbastanza estesa, non per aggiungere o modificare la profondità della lavorazione, ma per tornare indietro verso la sfera…. ma possibilmente per fermarsi ” a metà strada”, cioè alla parabola) tenterei usare un utensile a pieno diametro.

    Se dovessi usare un sub-diametro, non cambierebbe il procedimento per la verifica del tempo di lavoro da applicare nelle correzioni, rispetto al pieno diametro.

    In pratica come primo intervento (guidato dalla tecnica descritta da Massimo), farei solo due giri di tavolo senza esercitare pressione sull’utensile e ossido di cerio ben cremoso. Per poi ripetere il Foucault allo scopo di vedere materialmente la differenza in nanometri risultante dalla modalità di lavorazione applicata nella zona interessata.

    Sentiamo anche qual’è l’approccio che consiglierebbe Massimo.

    #11274
    arpafab
    arpafab
    Utente
    • Messaggi 16
    • Offline

    Grazie Giulio,

    si, ho chiaramente controllato la focale (tra l’altro indicata sul retro del vetro, quindi testata a suo tempo, realisticamente in modo preciso: 121,8): giusta!

    la misura al Foucault, ripetuta tre volte per assicurarmi dell’errore che sono in grado di raggiungere, porta a circa 120nm di “sporgenza” della zona 70%.

    Stasera proverò una leggera “passata” per stimare l’effetto (zone coinvolte e profondità)

    #11275
    arpafab
    arpafab
    Utente
    • Messaggi 16
    • Offline

    Avevo pensato anch’io di utilizzare un utensile intero, data la forma molto regolare e l’ampia zona di intervento.
    Volevo però fare una prova con un piccolo diametro, anche per impratichirmi un poco.
    Vediamo che “salta fuori”

    #11277
    Massimo Marconi
    Massimo Marconi
    Autore
    • Messaggi 454
    • Offline

    Ciao Fabio, e’ molto interessante la correzione in oggetto, a prima vista può sembrare semplice ma non lo e’. io terrei a mente alcuni aspetti:

    1- la figura ha un andamento molto regolare, un sub-diametro che lavora solo sulla zona interessata rischia comunque di alterare la regolarità della figura. ( che poi andrebbe uniformata di nuovo ) Dato che il sub e’ abbastanza esteso io proverei anche con delle corse a w ( piu’ ampie sul centro e più dense nella periferia, in modo da raccordare tutta la superficie alla nuova forma.

    2- in ogni caso, come suggerisce Giulio, è bene prenderci “confidenza” con l’utensile, vedere come la superficie risponde alle azioni esercitate, perchè le variabili in gioco sono tantissime e molto dipende dal modo di lavorare dell’operatore, più che con l’utensile a pieno diametro.

    detto questo, seguo con interesse il tuo lavoro ! :good:

    p.s.: per inserire le immagini nel post:
    1- copiare il link all’immagine
    2- selezionare “img” dalla barra dei tag appena sopra il campo del testo.
    3- incollare il link e dare ok.

    #11281
    arpafab
    arpafab
    Utente
    • Messaggi 16
    • Offline

    Test Immagine:

    indirizzo: https://www.amazon.it/clouddrive/share/TKNxThY0Dj4KfRAqGltbdIj8jaRRYkm7Nbo38ijkY5s

    —-io non riesco a vederla… Il link, nel browser, funziona. Probabilmente da Amazon/Drive non riesce a caricarle?

    #11284
    Massimo Marconi
    Massimo Marconi
    Autore
    • Messaggi 454
    • Offline

    Prova con https://postimages.org/ , una volta caricata l’immagine copia ed incolla il link “collegamento diretto”

    #11285
    arpafab
    arpafab
    Utente
    • Messaggi 16
    • Offline

    GRAZIE!

    Provo:

    Stato dell’alluminatura:
    alluminatura
    Dettaglio:
    zone più corrose

    la rimozione:

    #11286
    arpafab
    arpafab
    Utente
    • Messaggi 16
    • Offline

    Il disco è un bel vetro “fuso” e non tagliato! C’è qualche bollicina interna e anche una (micro) tagliata a metà dalla lavorazione.

    l’aspetto al Foucault:

    il piccolo utensile

    #11287
    arpafab
    arpafab
    Utente
    • Messaggi 16
    • Offline

    Ho fatto le prime “passate”.

    L’effetto è stato leggero, come atteso, ma un po’ più marcato sulla zona 1.
    Ora, nei prossimi passaggi, sarebbe meglio non “scavare” più in questa zona. L’ideale sarebbero le zone 3-4 con raccordo alla 2 e alla 5.

    Sto pensando, dato l’utensile da 80mm circa, corse tipo queste (con il bordo utensile intorno a zona 3-4, concentrando una, leggera, pressione nella parte interna.

    #11289
    Massimo Marconi
    Massimo Marconi
    Autore
    • Messaggi 454
    • Offline

    in questo modo pero’, si va con il centro dell’utensile sul bordo, che invece non adrebbe toccato.
    le zone da scavare, in questo caso, vanno raggiunte dall’interno, altrimenti si rischia di aumentare il bordo ribattuto.
    la tecnica che hai descritto potrebbe andare secondo me, a patto di mantenere sempre l’utensile internamente allo specchio e casomai generare la pressione sulla parte dell’utensile verso al borbo.

    #11290
    arpafab
    arpafab
    Utente
    • Messaggi 16
    • Offline

    Ottimo, infatti questo era il mio dubbio e il tuo suggerimento era, ovviamente, l’altra soluzione.

    Procederò così:

    Grazie!

    #11291
    arpafab
    arpafab
    Utente
    • Messaggi 16
    • Offline

    Ok, le corse con sovrapressione verso l’esterno (vedi sopra) hanno avuto un ottimo effetto.
    Eseguito in due step: prima 2 giri con 6-7 va e vieni, poi ancora 2 giri con solo 4 va e vieni.

    Partendo da:

    passando per:

    e ora siamo a:

    Penso che proverò ancora una passata leggera.

    La forma sembra essere ancora generalmente smussata e abbastanza uniforme

    #11292
    Massimo Marconi
    Massimo Marconi
    Autore
    • Messaggi 454
    • Offline

    Ottimo lavoro Fabio… ci siamo quasi, manca pochissimo ! :good:

    #11294
    arpafab
    arpafab
    Utente
    • Messaggi 16
    • Offline

    Ho fatto un altro passaggio come il precedente: utensile tangente a zona 3-4, con pressione, appunto, sull’esterno. 5-6 va e vieni per 2 giri di specchio

    Ultimo passaggio ho concentrato (tentato di) a cavallo tra zona 4 e 5: 4 corse corte per 2 giri di specchio:

    Ora diventano veramente critiche le misure: sembra che riesco a mantenere una ripetibilità delle puntate di Foucault intorno a 2-3/100. Certo che a questi livelli bastano pochi centesimi per cambiare tutto: mi immagino un 400mm!

    Un po’ difficile la lettura di zona 5 che soffre di un discreto “bord rabattu” (io viaggio con i termini francesi… capite perché ;-) ): La luminosità è tutto meno che uniforme con il bordo luminoso da un lato e scuro dall’altro.

    Spero a giorni di fare uno star test!

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 26 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.