Autocostruzione newton 200/1800

home Forum Autocostruzione Autocostruzione newton 200/1800

Questo argomento contiene 28 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  beta.capricorni 3 settimane, 4 giorni fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 29 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #10968

    beta.capricorni
    Utente
    • Messaggi 32
    • Offline

    Ciao a tutti,
    ho per le mani uno specchio niente male, un 200 f9 di Giacometti, vorrei autocostruirmi un newton per ripresa planetaria, accetto consigli su come realizzare il corpo e lo spider porta secondario.
    Grazie in anticipo

    Andrea

    #10974

    Giulio Tiberini
    Autore
    • Messaggi 447
    • Offline

    Ciao Andrea.

    “Pour parler” direi che il problema della intubazione di un “lungo” 200F9, è quasi solo il difficile e costoso reperimento del tubo da impiegare al fine di conseguire la rigidezza necessaria a una tale lunghezza focale, montata a scopo fotografico su una equatoriale adeguata alle dimensioni che ne possono venire fuori nella costruzione.

    Tubo che verosimilmente potrebbe avere una lunghezza di un centinaio di mm inferiore alla lunghezza focale, sarebbe lungo poco meno di 1 metro e 80, che non è poco.

    L’ideale sarebbe di reperirlo in alluminio. Immagino di diametro intorno ai 220 – 230mm, e in uno spessore che immaginerei almeno di 4mm, che peserebbe già 13,5kg.

    Con altri materiali su una lunghezza simile c’è il rischio di flessione. (La fibra di carbonio sarebbe certamente una soluzione robusta e leggera, ma personalmente non ho esperienze di dimensionamento e di realizzazione).

    Tutte le rimanenti 4 parti (costituite dallo spyder vane; dallo specchio secondario e suo supporto; dal focheggiatore; e dalla cella dello specchio primario), sarebbero acquistabili già pronte per la loro installazione su tubo tondo.

    In effetti la costruzione dello spyder vane non è difficile, ma potrebbe essere acquistato ad esempio come questo:
    https://www.teleskop-express.de/shop/product_info.php/info/p9317_TS-Optics-massive-Metal-Spider-for-8–Newtonian-Telescopes-D-223mm.html

    Il supporto del secondario ed il secondario stesso, (che su un telescopio di rapporto focale F9, immagino di diametro minore di 35mm) costerebbe meno di quello diametro 35mm che attualmente vedo essere il diametro più piccolo acquistabile da catalogo on line della stessa ditta di cui al link precedente.

    Il focheggiatore è un particolare di precisione che rarissimamente può essere autocostruito, e il cui costo però non è elevato parte da circa 80 euro a salire.

    La cella del primario per un tubo del genere potrebbe pure essere un semplice asse di legno con tre viti di collimazione, ma senza triangoli snodati. Oppure una cella “ortodossa” potrebbe anch’essa essere acquistata, ma queste sono un poco più costose degli altri pezzi.

    Oggettivamente, uno specchio primario 200F9 è una curiosità. Questo essendo essenzialmente una realizzazione “scuola”, cioè molto semplice e di sicuro successo anche da parte di un neofita.

    La facilità di realizzazione è dovuta al fatto che un rapporto focale F9 usa di fatto uno specchio sferico, cioè forse nemmeno tecnicamente parabolizzabile, essendo la svasatura della sua parabola teorica (presa come riferimento costruttivo), praticamente confusa nella sfera iniziale che sta alla base di qualsiasi realizzazione di ottica Newton.

    #10976

    beta.capricorni
    Utente
    • Messaggi 32
    • Offline

    Ciao Giulio,
    si l’ottica è molto particolare, pensavo di realizzare un tubo quadrato in multistrato da 6mm fino a quando non ho trovato e ricevuto in regalo una cassaforma di cartone spesso (quelle per le gettate di cemento delle colonne) lunga 3 metri con diametro interno 250mm e spessore 5mm. Pesa 7,8kg quindi una volta a misura peserà sui 4,40kg, pensavo di irrigidirla con fibra di vetro e resina poliestere, secondo te potrebbe andare? Considerando che il tubo è gratis (resine a parte) pensavo di provare e controllare le flessioni poi al massimo torno sul multistrato, sicuramente più robusto. Per il fuocheggiatore ho un vecchi pignone-cremagliera (che adoro a discapito dei crayford) e lo spider lo autocostruirei in lamierino insieme al portasecondario. Il secondario a conti fatti sarà di 28mm (asse minore)

    #10978

    Giulio Tiberini
    Autore
    • Messaggi 447
    • Offline

    Ciao Andrea.
    Si quel tubo da casseforme è una buona soluzione…ma probabilmente non è solo buona ma ottima, perchè non credo che fletta su una lunghezza di 2 metri, quando sta agganciato alla montatura attraverso le solite due fasce non proprio vicinissime fra loro, che permettono lo scorrimento del tubo per’equilibratura.

    Come dimensione del secondario, un 28mm mi parrebbe persino tanto.
    Quale campo di piena luce ti servirebbe per coprire l’area delle tue foto?

    #10979

    Giulio Tiberini
    Autore
    • Messaggi 447
    • Offline

    Per curiosità, ho provato a fare il disegnino CAD del link quì di seguito, mettendo i dati del 200F9, per vedere quale secondario verrebbe fuori per un telescopio nel quale possano essere fatte riprese fotografiche, ad esempio con una camera reflex provvista di un sensore cmos da 23x15mm, come avevano le macchine da 6 a 8 megapixel fino a qualche tempo fa.

    Il sensore di quelle macchine aveva una diagonale contenuta in 27,45 mm, e quindi richiedeva una campo di piena luce CPL di eguale misura. Diciamo di 28mm. (O anche leggermente minore se si sopporta un possibile leggero calo di luminosità dal centro al bordo immagine).

    Un tale campo di piena luce da 28mm attraversa la parete del tubo ottico con un diametro di 39,8mm, ed è compatibile con un focheggiatore da 2″, che ha una luce passante di 44mm. Quindi non porterebbe a nessuna vignettatura o calo della luminosità al bordo del fotogramma.

    Tuttavia per far passare quel CPL a me verrebbe che occorrerebbe installare un secondario diametro 52mm, (o qualcosa di più per non farlo lavorare col suo bordo che è il punto potenzialmente più critico della lavorazione di uno specchio piano).

    [/url]

    (Metto anche il collegamento diretto alla immagine perchè possa essere ingrandita):
    https://s22.postimg.cc/579jvnbcx/Secondario_52_o_28_per_200_F9.jpg

    Se non ho sbagliato qualcosa, nel disegno si vede che con un secondario diametro 28mm (In colore magenta) c’è un CPL solo puntiforme al fuoco del telescopio generato dalle direttrici di colore blu. Quindi l’immagine anche in visuale sarà luminosa al centro ma soggetta a scurirsi in fretta verso il bordo del campo di vista dell’oculare.

    Il CPL da 28mm è invece determinato dalle linee direttrici verdi esterne a quelle blu, che partendo sempre dal perimetro del primario (che sta fuori del disegno sulla sinistra), convengono alla sbarretta da 28mm verde posta ortogonale al punto focale all’estrema destra del disegno.

    Ruotando quindi di 90° verso il basso quella barretta con le sue due direttrici verdi, si vede che sull’incrocio degli assi dove stava il dischetto del secondario da 28, si forma un trapezio di linee verdi esterno a quelle blu, che deve poter riflettere al fuoco del telescopio l’intero dischetto del CPL da 28mm.
    Quindi per fare ciò, in quel punto si disegna un cerchio con centro sull’incrocio degli assi, e tangente ai quattro lati del trapezio generato dall’incrocio delle direttrici verdi.
    Cerchio che disegnato in quel modo viene di diametro 52mm, come dovrebbe essere il lato minore del secondario ellittico necessario.

    Da ultimo si vede che l’immagine i formerà nel CPL fuori dal tubo, dove si deve installare un focheggiatore che deve portare il diaframma di campo degli oculari, o il fuoco della macchina fotografica, a 118mm dal tubo ottico. E bisogna vedere se basta, altrimenti bisogna scendere sull’asse ottico installando un secondario un poco maggiore.

    Come ti sembra? Ho sbagliato qualcosa?

    #10982

    beta.capricorni
    Utente
    • Messaggi 32
    • Offline

    Ciao Giulio,
    Purtroppo il tubo è spesso solo 5mm quindi lo rinforzerò all’interno incollando 4 anelli (uno ogni 40cm) di multistrato spessore 25mm diametro 220mm, così non dovrebbe flettere. Pensavo poi di avvitare a 2 di questi anelli interni la barra Vixen in modo da non avere anelli esterni. Per quanto riguarda il calcolo del secondario, l’ho fatto mettendo 6mm di campo in piena luce (la diagonale del mio sensore di ripresa) ma può essere che ho sbagliato io a fare i calcoli, prova a inserire i dati con 6mm. Il fuocheggiatore sarà un 2 pollici

    #10984

    Giulio Tiberini
    Autore
    • Messaggi 447
    • Offline

    Ok. Provo e ti dico

    #10985

    beta.capricorni
    Utente
    • Messaggi 32
    • Offline

    Grazie! Ti servono altri dati?

    #10986

    beta.capricorni
    Utente
    • Messaggi 32
    • Offline

    Rifatto i calcoli, diametro tubo 250, altezza fuocheggiatore 105mm, campo in piena luce 6mm, risultato 35mm di asse minore.

    #10987

    Giulio Tiberini
    Autore
    • Messaggi 447
    • Offline

    Con un secondario diametro 28mm porti il CPL da 6mm, fuori dal tubo ottico ad una distanza da esso di 63,5mm, che sarà quella che dovrebbe venire colmata dallo spessore di focheggiatore più macchina fotografica.

    Ma in quel caso devi pure verificare come fare per usare gli oculari che facilmente sono più “corti” dell’insieme di fuoco estratto per la macchina fotografica, e potresti essere costretto ad usare delle prolunghe, o viceversa usare gli oculari normalmente, ma estrarre con una barlowil maggiore fuoco richiesto dalla macchina fotografica.

    Se la misura, che va dalla base del tuo focheggiatore fissato sul tubo ottico fino al segno della posizione del sensore della macchina fotografica, fosse maggiore di quei 63,5mm, dovrai abbassare ulteriormente il secondario per estrarre maggiore fuoco. Ma ti servirà uno specchio secondario un poco più grande.

    Se vuoi esser ben sicuro devi farti un disegno su carta in cui verificare le tue misure.

    In pratica per quanto riguarda la verifica di poter utilizzare tutti i tuoi oculari, dovresti prepararti una tabellina utilizzando un altro qualunque telescopio, e mettendo a fuoco con ciascuno di essi, con e senza barlow, un oggetto, misurando con un calibro, e registrando sempre per ognuno di essi, con e senza barlow, la misura che intercorre fra la battuta del suo barilotto, e un riferimento comune, comodo e fisso preso sul telescopio usato.

    Con questa tabella scopriresti qual’è l’oculare del tuo parco, che richiede la maggiore introduzione nel focheggiatore.
    E QUELLO sarà l’oculare più critico per il quale dovrai adattare la estrazione focale del nuovo telescopio. …(Visto che tutti gli altri andranno a fuoco in estrazione, cioè allontanandosi via via dal telescopio).

    #10989

    beta.capricorni
    Utente
    • Messaggi 32
    • Offline

    Ciao Giulio ho simulato il newton in Atmos free:
    focale 1827mm
    diametro 203mm
    asse ottico + piano focale è dato dalla somma dell’altezza del fuocheggiatore (105mm) + il raggio del tubo che è di 250mm (quindi 125mm) totale 230mm
    campo in piena luce 6mm (dimensione sensore di ripresa)

    come posso uploadare il file?

    #10991

    Giulio Tiberini
    Autore
    • Messaggi 447
    • Offline

    Ciao Andrea.
    Sull’Upload (e sull’uso di Atmos) mi cogli impreparato.

    Chiediamo l’aiuto di Massimo.

    Credo comunque che Atmos sia molto meglio del mio metodo da “San Tommaso” basato sul disegno CAD.

    #10992

    beta.capricorni
    Utente
    • Messaggi 32
    • Offline

    proviamo così…..eccoilfile

    https://nofile.io/f/jRgRU0eDfA8/f9.jpg

    #10993

    beta.capricorni
    Utente
    • Messaggi 32
    • Offline

    no è sbagliata, questa è quella corretta non avevo calcolato i 30mm di estrazione per fuoco

    https://ibb.co/h0dpxy

    #10994

    Giulio Tiberini
    Autore
    • Messaggi 447
    • Offline

    Vedo che è tutto ben definito!!

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 29 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.